Se hai a cuore la salute e il benessere dei tuoi discus leggi questo articolo fino in fondo: troverai utilissimi consigli per la prevenzione e il trattamento delle malattie dei tuoi piccoli amici. Potrai individuare i problemi più comuni e imparare a risolverli in modo semplice e veloce applicando dei metodi testati ed efficaci.

Discus deboli, malati, inappetenti o voraci

Esistono casi in cui l'utilizzo di un acquario di quarantena è utile per risolvere dei problemi di crescita, nutrizione vorace o produzione di escrementi bianchi da parte dei Discus. Ricorrere subito al trattamento medicale non è sempre l'opzione migliore, perché una medicina può indebolire il sistema immunitario dei pesci e quindi predisporre alla contrazione di altre malattie.

Il nostro consiglio è di isolare il discus malato e aumentare la temperatura dell'acquario a 33-34° Celsius. In questo modo viene accelerato il metabolismo, migliorata l'assunzione di cibo, ottimizzata l'attività intestinale e rafforzato il sistema immunitario dei pesci.

Attenzione: a 36 °C la temperatura è mortale per i pesci.

Il trattamento termico deve avvenire in un acquario di quarantena e dura finché il pesce è di nuovo in forze e defeca nero da almeno tre giorni. Di regola il trattamento dura dalle due alle tre settimane. È anche importante che il pesce riceva tre volte al giorno il nostro mangime in modo da rimettersi in forze.

Per iniziare il trattamento l'acquario di quarantena deve essere dotato di:

  • Riscaldatore a immersione
  • Filtro (già avviato)
  • Diffusore
  • Consigliamo di monitorare periodicamente il comportamento dei discus perché, in caso di aggressioni e comportamento irrequieto, è necessario abbassare la temperatura di 1-2 °C. Al contrario se i pesci sono troppo tranquilli, irrigiditi, aumentare la temperatura di 1-2 °C è la soluzione migliore.

    Parassiti esterni

    L'introduzione di piante e accessori nel tuo acquario può esporre i discus all'aggressione di parassiti che ne compromettono la vitalità. In questo caso puoi eseguire un trattamento d'urgenza facendo un bagno salino.

    Il bagno salino consiste in 500 grammi di sale da cucina privo di iodio in quindici litri di acqua dell'acquario. Prelevate preferibilmente con un secchio 15 litri d'acqua dell'acquario (in questo modo la temperatura e i valori dell'acqua sono identici a quelli del pesce interessato).

    Sciogli in quest'acqua i 500 grammi di sale da cucina (attendere 2-3 minuti finché l'acqua ridiventa chiara). Fai nuotare il pesce interessato per 30-60 secondi in quest'acqua salata e successivamente rimettilo nell'acquario di provenienza.

    Non fare nuotare in nessun caso il pesce disco più a lungo di un minuto nell'acqua salata: dopo 5 minuti la dose di sale è mortale!

    Questo trattamento rimuove i parassiti esterni che si trovano sul pesce. Gli altri parassiti esterni, che si trovano nell'acquario, saranno poi meglio contrastati dal sistema immunitario del pesce. Se il discus è già indebolito, il successo è migliore se dopo il trattamento viene immesso in un altro acquario. In ogni caso l'esperienza indica che nella maggior parte dei casi è sufficiente un unico trattamento.

    Malattia del buco

    I sintomi iniziano con la comparsa di foruncoli nell'area della testa, simili a quelli dell'acne. In seguito all'apertura e allo svuotamento di questi, si formano dei crateri molto profondi sulla pelle. Si ritiene che il responsabile di questa malattia sia la carenza di minerali, tuttavia è possibile contrastarla con una pomata antimicotica disponibile come farmaco da banco.

    Per una guarigione rapida e sicura puoi usare il Nystatin, che viene prodotto dalla ditta Lederle e può venire acquistato senza ricetta in ogni farmacia.

    Procedi in questo modo:

  • Prendi dall'acquario il pesce interessato
  • Deponilo su un fazzoletto bagnato
  • Asciuga picchiettando i buchi (es. con carta da cucina) e stendi la pomata con il dito nei buchi
  • Rimetti il pesce nell'acquario

  • Con un po' di esercizio questo trattamento dura 30-60 secondi. Un pesce può comunque rimanere senza problemi per 3-5 minuti fuori dall'acqua. Per buchi piccoli è sufficiente di regola un unico trattamento. Per buchi di dimensioni superiori a 5 millimetri si deve ripetere il trattamento dopo una settimana.